LA MANIFESTAZIONE è il frutto dell’evoluzione della trentennale esperienza dell’Associazione “Centro Storico del Finale”. Il Viaggio nel Medioevo nasce ventidue anni fa con singole serate estive che avevano l’intento di realizzare la classica rievocazione medievale, ma con il preciso scopo di dare visibilità al lavoro di studio e ricerca svolto dalle Sezioni e dai Soci e con la “spettacolarizzazione” sensibilizzare il grande pubblico verso storia del territorio. Spettacoli di giocoleria, duelli di Cavalieri, Corteggi Storici, Arcieri e nel contempo si coglieva l’opportunità per presentare una delle pubblicazioni dell’Associazione o per attirare l’attenzione sui monumenti finalesi – all’epoca – abbandonati e dimenticati. La crescita esponenziale del successo della manifestazione, le richieste di collaborazione e di contatti di paesi esteri, di professionisti della rievocazione e del teatro da strada, l’appoggio della Federazione Italiana Giochi Storici e della Confederazione Europea Manifestazioni Storiche, nonché dei vari enti patrocinanti, che hanno individuato nella manifestazione un eccezionale veicolo di promozione, hanno portato oggi alla realizzazione di una manifestazione unica nel suo genere. Evento di punta della Città di Finale Ligure. Autorevoli ospiti della manifestazione hanno così definito il Viaggio nel Medioevo: “…evento storico-medioevale di riferimento per tutta la regione e fra i principali del nord Italia…”.
Oggi il Viaggio nel Medioevo-Viagem Medieval è un evento internazionale, organizzato dal Centro Storico del Finale in collaborazione con la Companhia de Teatro Vivarte di Oliveira do Bairro (Portogallo), che concentra e concretizza il lavoro di un anno intero, coordinando e unendo il lavoro volontario dell’Associazione, e l’esperienza professionale. Le iniziative legate alla manifestazione sono divenute molte e di diversa natura. Esse impegnano per tutto l’anno i Soci dell’Associazione e coinvolgono tutta la cittadina: pulizia della storica “Via della Regina”, la Strada Beretta, per la realizzazione delle visite guidate, pulizia e mantenimento della fortezza di San Giovanni, corsi di tiro con l’Arco e di Spada per adulti e bambini, attività di studio e di ricerca della Sezione Culturale dell’Associazione per la realizzazione di seminari e stage. Un complesso sforzo organizzativo per un’attività che non è solo spettacolare, non è solo culturale, non è solo rievocazione e non è solo festa medievale. Un evento multilculurale e multilingue che annovera artisti di almeno quattro nazioni e coinvolge centinaia di volontari con interessi diversi fra loro e migliaia di appassionati e turisti.

     
SPETTACOLO, TRADIZIONI, STORIA,
SALVAGUARDIA del TERRITORIO,
DIVULGAZIONE CULTURALE,
PROGETTO EDUCATIVO.

SPETTACOLI DI GIOCOLERIA

  Artisti italiani, spagnoli, portoghesi, francesi, oltre alle consuete “follie itineranti”, si esibiranno in uno spazio allestito con tribune.

SPETTACOLI DI TEATRO MEDIEVALE

  Il Laboratorio di teatro medievale del CSdF e la Companhia de Teatro Viv’Arte, oltre ai centinaia di “camei” e personaggi caratteristici che riempiranno il Borgo, metteranno in scena testi medievali italiani e portoghesi.

CENA MEDIEVALE “La Locanda dei Cavalieri”

  Grazie alle ricerche sulla cucina tradizionale ligure medievale a cura della sezione di Ricerca Storica, nei Chiostri di Santa Caterina verrà allestita ogni sera una suggestiva cena medievale servita dai Paggi del Marchese.

MUSICA MEDIEVALE E CELTICA ITINERANTE

  Musicisti italiani, andalusi, arabi e portoghesi si alterneranno per le vie del paese.

REALIZZAZIONE ACCAMPAMENTI MEDIEVALI (Storia dal vivo)

  Compagnie specializzate in ricostruzione storica con funzione didattica, integreranno i figuranti dei molti gruppi presenti offrendo un preciso spaccato della vita medievale.

ESPOSIZIONE DI ARTIGIANATO IBERICO

  Allestimento della “Via del Mercato” con circa trenta espositori provenienti da varie zone d’Europa. Spezie, frutti e prodotti di artigianato

DIMOSTRAZIONE DEGLI “ANTICHI MESTIERI”

  “Le Genti dei Ricetti di Oglianico”, gruppo specializzato nella ricostruzione degli antichi mestieri, animerà una via appositamente allestita con dimostrazioni di antichi mestieri e giochi popolari.

CORTEGGIO STORICO

  La corte del Marchese Giovanni I del Carretto impersonata dalla Sezione specializzata del Centro Storico del Finale

DANZE ARABE E RINASCIMENTALI ITALIANE

  Danze tradizionali e danza del ventre con la collaborazione di prestigiose scuole Italiane e estere.

ESIBIZIONI DI FALCONERIA

  Esibizioni di rapaci con voli giornalieri e serali e allestimento di uno spazio nel quale saranno esposti civette, aquile e falchi provenienti da varie zone.

DIMOSTRAZIONI DI TIRO CON L'ARCO (con istruttori federali)

  Gli Arcieri della Sezione di Arco, daranno dimostrazioni di tiro, offrendo la possibilità al pubblico di cimentarsi nel tiro con l’arco antico (Long Bow).

SCRIMA (Esibizioni di Scherma medievale)

  La Compagnia di spada dell’Associazione, offrirà esibizioni di tipo spettacolare e didattico sulla scherma medievale.

Realizzazione DVD Filmato “Il VIAGGIO NEL MEDIOEVO”

  Realizzazione del DVD filmato del VIAGGIO NEL MEDIOEVO nel quale verranno immortalati i momenti più salienti della manifestazione ed il “backstage” dell’allestimento del Borgo, ad utilizzo promozionale e divulgativo.

PROGETTO EUROPEO SOCRATES COMENIUS 2.1

  Il Centro Storico del Finale è “local partner and consultant” del progetto europeo
«THE HISTORICAL RECREATION AS A PEDAGOGICAL PROJECT”, realizzato in collaborazione con l’Università di Genova – Dipartimento di storia geografia e lingue e letteratura, e con vari istituti ed Enti di Turchia, Portogallo, Spagna, Repubblica Ceca e Grecia.
Il progetto triennale, ha utilizzato il VIAGGIO NEL MEDIOEVO come manifesto della buona rievocazione storica e al suo interno sono stati realizzati “workshop” e seminari dedicati alle finalità del progetto, rivolti a docenti ed insegnanti: l’utilità e l’utilizzo pedagogico della rievocazione storica come metodo di insegnamento.

MERCATO DELL'ARTIGIANATO LOCALE

  Con l’obiettivo di sensibilizzare i commercianti e artigiani del paese, verso la cura del nostro patrimonio culturale-storico, rappresentato dal nostro medioevo e le sue tracce, tutti sono invitati ad esporre i propri prodotti impreziosendo le loro “botteghe” con addobbi medievali ed enfatizzando la loro offerta con la realizzazione di alcuni articoli confezionati appositamente per la manifestazione.